Il ruolo della Comunicazione ha assunto oggi una importanza considerevole.

Lo dimostra, tra l’altro, la crescita esponenziale degli studi del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione, che in Italia ha compiuto lo scorso luglio, venti anni dalla sua nascita.

Si è in sostanza capito che il ruolo di un Comunicatore è fondamentale in quanto responsabile dell’immagine di una azienda, attività o persona.

Immagine che non è prerogativa scontata, concreta e palpabile, ma un patrimonio che va  valorizzato, alimentato e mantenuto presso il pubblico e i media.

Il  compito del Comunicatore è  suggerire, promuovere, elaborare strategie, azioni e programmi atti alla diffusione capillare, omogenea e coerente dell’immagine: sia essa aziendale, propria di una piccola attività, o piuttosto di un organizzazione, e finanche di una figura con rilevante profilo pubblico-sociale.

Quella del Comunicatore è una Professione Stupenda,  relativamente giovane…solo negli ultimi venti anni, grazie alla istituzione, in Italia, dei Corsi di laurea in Scienze della Comunicazione, è stato fatto un passo avanti a favore della professionalità.

La  competenza strategica di un Comunicatore è vasta e articolata.  Abbraccia anche il marketing, inflazionata parola che può significare tutto o niente, dipende solo da chi la mastica.

“Il ruolo di un Comunicatore è definito da un insieme di compiti che ruotano attorno al concetto di cultura e al concetto di sensibilità: la lettura, la scrittura, la capacità di ascoltare e di vedere, la capacità di parlare e di far parlare, lo studio dei caratteri, la capacità di mediare, di intrattenere rapporti.

A parte i propri titoli di studio, la competenza e l’esperienza, un Comunicatore pubblico, d’impresa e sociale, dovrebbe essere edotto, almeno a grandi linee, di teoria dell’organizzazione aziendale, di economia, di psicologia, sociologia, semiotica, diplomazia, dovrebbe conoscere i metodi di rilevazione dei bisogni del pubblico e i metodi di valutazione della qualità, valutare sapientemente la scelta dei canali e degli strumenti da utilizzare per veicolare le corrette informazioni, il giusto equilibrio d’immagine,  dovrebbe essere capace di sorvegliare attentamente la concorrenza.”[1]

Ecco perché un buon Comunicatore è responsabile al 100% dei risultati che ottiene o che non ottiene.

Negli anni è cresciuta anche  la consapevolezza dell’importanza della comunicazione e dell’influenza dei media, da parte dei protagonisti della nostra vita politica, economica, sociale e culturale.

Come si è arrivati  a questo sviluppo abnorme della comunicazione?

Gli anni Novanta, hanno determinato certamente la svolta,  con il diffondersi delle televisioni commerciali, della telefonia cellulare, dell’informatizzazione nei luoghi di lavoro e a casa.

E poi Internet, ed i Social network a mutare del tutto e radicalmente  il paradigma delle relazioni pubbliche, della comunicazione sociale della quale ancora non si è misurata del tutto la portata e le conseguenze.  

“Chi dirige l’avamposto della comunicazione, in particolar modo il Comunicatore , occupa un formidabile punto di osservazione strategico, un luogo di osservazione privilegiato per capire progressi e movimenti della scrittura, della letteratura, percorsi e vicende dell’industria editoriale, modificazioni del costume sociale, politico ed economico, cambiamenti ed evoluzione dei mezzi di comunicazione.

Essere Comunicatori è  compito che richiede un alto profilo professionale, lunga esperienza, doti di carattere che si compendiano in tre qualità fondamentali: Educazione, Carattere, Stile.

Fiducia e credibilità poi sono componenti che si conquistano con un paziente, complesso e delicato lavoro sedimentato nel tempo.

Niente si improvvisa: soprattutto la capacità di stare dietro le quinte, di lavorare nell’ombra, da comprimari, non da protagonisti, è dote rara.”[2]

Chi lavora per Comunicare ha una responsabilità enorme, troppo spesso sottovalutata.

 

BUONA ESTATE… CI VEDIAMO A  SETTEMBRE ! https://www.youtube.com/watch?v=FQkaH5ppFek&list=PL08MW4hWrm0L_FjhrPNgNcv-gAKHIHaGK

Riziero Di Pietro

 

STUDIO START COMUNICAZIONI

Dr.Mag. Riziero Di Pietro

Campobasso, Corso Bucci 27 (a pochi metri dal Municipio)

Tel. e Fax 0874 97.99.22

mobile 338 74.46.648 anche WhatsApp

info@studiostartcomunicazioni.it

www.studiostartcomunicazioni.it

 

[1] L’importanza della comunicazioni oggi, V. Fortichiari, www.fondazionemondadori.it

[2] ibidem.