“Si è qualcuno in quanto si può consumare qualcosa” [1]

Nel lontano 2004 qualcuno decise [2], volontariamente o involontariamente, di implementare i bisogni impliciti ed espliciti, concretizzando l’ennesimo bisogno latente per l’individuo: Il Social.

Oggi tale bisogno latente, divenuto esplicito [3] …va coltivato.

Ce l’abbiamo sotto gli occhi, a portata di mano, nel vero senso della parola.

I nostri genitori non hanno avuto questa fortuna. Loro hanno visto fare.

Hanno replicato i comportamenti dei nostri nonni, inconsapevoli guide di rinforzi positivi e/o negativi, dettati dalle condizioni ambientali [4].

Noi abbiamo una sola possibilita’: Il Social.

Approfittiamone, che al momento, di tempo libero ne abbiamo.

Quindi, quale modo migliore per veicolare valori, e personali modi di agire per focalizzare il “mondo” intorno a noi?

Potrebbe essere, che qualche insegnamento o modello di comportamento dei nostri riferimenti familiari, non sia più in linea con cio’ che pensiamo realmente?

Oggi siamo in grado di scegliere la nostra gerarchia dei bisogni? [5]

Affinché il confronto generazionale Figli/Genitori si concretizzi a pieno, è necessario comprendere che:

I BISOGNI NON SONO DESIDERI, ma SONO indispensabili per la FELICITA’.

Se ho visto mio padre e mia madre gettare la carta fuori dal finestrino dell’auto, farò altrettanto?

Se ho visto mio padre e mia madre confondere la dignità con la dipendenza farò altrettanto?

SE VUOI ESSERE SOCIAL devi dire a mamma e papà: Carissimi Genitori, Grazie ma Basta Così.

Dunque, come impostare una NUOVA Analisi dei Bisogni?

In attesa di risposte clicco su youtube, attendo 5 secondi, salto l’annuncio…. e MI ascolto Basta Così (Negramaro feat Elisa) .

 

Riziero Di Pietro

 

STUDIO START COMUNICAZIONI
Dr.Mag.Riziero Di Pietro
Campobasso, Corso Bucci 27
(ed. grattacielo, a pochi metri dal municipio)
Tel. e Fax 0874 97.99.22
mobile 338 74.46.648
info@studiostartcomunicazioni.it

 

Note e Riferimenti:

[1] Vance Packard.

[2] Facebook è un servizio di rete sociale lanciato il 4 febbraio 2004, posseduto e gestito dalla società Facebook Inc. Fondato ad Harvard negli Stati Uniti da Mark Zuckerberg e dai suoi compagni di università Eduardo Saverin, Dustin Moskovitz e Chris Hughes. Oggi è disponibile in oltre 70 lingue e ad Aprile 2016 contava circa 1,65 miliardi di utenti attivi mensilmente. (https://it.wikipedia.org/wiki/Facebook).

[3] Noriaki Kano, Teoria dell’Attractive Quality.

[4]  Burrhus Skinner

[5] Maslow, La piramide dei bisogni.