Il Covid-19 ha accentuato la palese differenza, già esistente, tra comunicazione e informazione.

L’informazione trasmette un messaggio, senza occuparsi delle reazioni di chi lo riceve.

La comunicazione implica l’ascolto delle reazioni del ricevente per creare una relazione.

A virus abbattuto, speriamo entro l’inizio dell’estate, si dovrà parlare di comunicazione.

Nelle prossime settimane, entro qualche mese, il flusso delle esportazioni delle nostre merci, dovrà confrontarsi, oltrechè con i classici competitor, anche  con l’ansia giustificata da corona virus.

E’ opportuno, quindi, esclusivamente da un punto di vista comunicativo e di immagine, parlare di credibilità,  credibilità del sistema Italia.

Una strizzatina d’occhio al Secondo Assioma della Comunicazione di  Paul Watzlawick,  Gregory Bateson e Donald Jackson (Palo Alto 1969)  è d’obbligo.

I livelli comunicativi di contenuto e relazione. Ogni comunicazione ha un aspetto di contenuto e uno di relazione.

Il punto chiave, per dirla con le parole del Prof. Guido Gili, sociologo della comunicazione, e all’epoca mio relatore alla prima, delle due tesi di laurea in Scienze della Comunicazione,

il punto chiave… sui cui si deve lavorare è  l’affidabilità. L’attendibilità e la reputazione, legati alla credibilità intesa come relazione.

Quindi la teoria  della  credibilità complementare al  concetto di fiducia espresso dal sociologo Niklas Luhman :

“la questione  della fiducia  è nettamente diversa e richiede un  tipo affatto diverso di autoriferimento . Non nasce da un pericolo intrinseco ma dal rischio. Ciò che determina il rischio è un calcolo puramente interiore delle condizioni esterne. Tuttavia i rischi esistono solo come una componente della decisione e dell’azione”  [1]

Dobbiamo andare oltre il nobile intento di Italy The Extraordinary Commonplace  del 2015  Spot Italian Trade Agency – Italy The Extraordinary Commonplace

 

STUDIO START COMUNICAZIONI
Dr.Mag. Riziero Di Pietro
Campobasso, Via Ciccaglione 18/A (a pochi metri dal Consiglio Regionale)
Tel. ufficio  0874 97.99.22
mobile 338 74.46.648
info@studiostartcomunicazioni.it
www.studiostartcomunicazioni.it

 

[1] Le strategie della fiducia, a cura di D. Gambetta,  Familiarità, confidare e fiducia: problemi e alternative di Niklas Luhman,  ed. Einaudi pp.130, 1989